PARLIAMO DI SCIATALGIA

"La sciatica", "il nervo sciatico", "il dolore dietro la gamba", "l'ernia del disco a livello lombare”, sono termini che abbiamo incontrato tutti... Ma di cosa stiamo parlando?

La sciatalgia è l'infiammazione del nervo che nasce nella zona lombare e si irradia lungo la fascia esterna della gamba fino al dorso del piede e all' alluce, (L4, L5) o passando per la natica alla parte posteriore della gamba fino al tallone ( L5, S1).

Le cause possono essere strettamente correlate ad un'ernia discale in queste zone, sintomatiche o meno, ma possono anche risiedere in cause meccaniche come un movimento brusco, uno sforzo eccessivo, o a volte con un semplice starnuto se già l'infiammo stava procedendo silente.

Un'altra causa può essere viscerale, legato quindi ad un infiammo del colon o dei reni.

La causa più frequente è lo stile di vita sedentario: troppe ore in macchina, seduti in ufficio (o a casa dato il momento storico), troppo tempo in piedi in posizione statica, in sintesi la scarsa attività fisica da origine alla "Sindrome del Piriforme", l'infiammo muscolare che crea un'irradiazione del dolore simile a quella di una sciatalgia, talmente simile da essere definito anche "una Falsa Sciatalgia".

In questi casi la prima cosa da fare è un'analisi posturale per comprendere la causa.

Quest'indagine può essere effettuata da un Kinesiologo, da un

Manipolarore, da un Naturopata.

Una volta identificata la causa si potrà procedere in diversi modi:

1. Massaggio con manipolazioni con Tecniche Osteopatiche e Kinesiologiche dolci, Shiatsu, Riflessologia Plantare.

2. Impacchi di argilla verde ventilata da lasciare in zona fino al momento in cui si asciuga.

3. Applicazione di crema a base di Arnica montana o Artiglio del diavolo.

4. Bene anche l’applicazione del sale caldo, ma solo se non è presente un’ernia.

5. Possiamo ricorrere all’assunzione dell’Artiglio del diavolo in compresse o gocce, del Ribes Nigrum come antinfiammatorio, dell’Iperico se non associato ad antidepressivi, o a tisane di piante calmanti come la Camomilla romana, Melissa o Valeriana associate allo Zenzero.

6. Importante anche l’aumento del Magnesio nell’alimentazione, dei cibi alcalinizzanti, a discapito di quelli grassi e pesanti.

7. Aumento dell’attività fisica mirata come Yoga, Pilates, o Stretching.

8. Un esercizio domestico per l’allungamento muscolo del piriforme si esegue stando sdraiati, con la schiena a terra su un tappetino, piegando le ginocchia e appoggiando i piedi al pavimento. Si solleva il piede destro e si appoggia la caviglia destra sul ginocchio sinistro, quindi si avvicina la coscia sinistra al petto aiutandosi con le mani poste dietro al ginocchio. La posizione va mantenuta per qualche minuto, poi cambiare gamba.

Sonia.




93 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti